Elettric80

Cerca nel sito

News

Laboratorio Iot4.0: presentati i primi due progetti in ambito logistico

Il laboratorio Iot4.0 è la prova tangibile che è possibile connettere mondo della ricerca, università e impresa, favorendo l’innovazione tecnologia e valorizzando i giovani. I risultati raggiunti in questi primi mesi di attività con i progetti realizzati dal team di ricerca, presentati lo scorso 9 settembre nell’Aula Magna del nostro Ateneo, sono uno step importate del percorso che abbiamo intrapreso con Elettric80, SM.I.LE80 e il centro di ricerca ISIRES. Una best practice che stiamo portando avanti con successo e che sta dando risultati importanti nonostante le difficoltà di questo momento storico”.

Francesco Cupertino, Rettore del Politecnico di Bari, in occasione della visita alle nostre aziende realizzata nel mese di settembre, ribadisce la sua soddisfazione per la partnership tra pubblico e privato che ha portato alla creazione di questo laboratorio, di cui è Responsabile e referente, Alfredo Grieco, docente di Internet of Thing al Poliba.

“Un modello virtuoso - precisa il Rettore - che auspico possa essere replicato a livello nazionale, ma anche internazionale perché crea un ponte importante tra mondo della formazione e mercato del lavoro, tra Sud e Nord”.

 

“Gli obiettivi del laboratorio Iot4.0 fanno il paio con la necessità di investire maggiormente sull’innovazione e sui giovani, due asset sui quali le nostre aziende, fin dalla loro fondazione, sono  fortemente focalizzate e che rispondono alle esigenze di crescita del nostro Paese - spiega Stefano Cavirani, General Manager di SM.I.LE80.- Questa collaborazione nasce per sostenere lo sviluppo tecnologico, valorizzare laureati e dottori di ricerca attraverso borse di studio e di dottorato, e favorire la condivisione delle conoscenze”.

“Insieme all’Università abbiamo creato un network unico nel suo genere, che ci permette di portare avanti progetti importanti mettendo a sistema competenze trasversali in ambito logistico, e puntando su attività focalizzate all’ottimizzazione dei processi legati alla gestione automatizzata del picking, alla pianificazione automatica dei trasporti e, più in generale, ad alcune attività logistiche attraverso l’impiego di tecnologie di realtà aumentata, sistemi IoT industriali ed algoritmi avanzati di controllo. Siamo veramente orgogliosi di sostenere questa attività e dei risultati che stiamo raggiungendo” ha aggiunto Domenico Di Terlizzi R&D Manager di Elettric80.

 

I progetti presentanti e che hanno riscosso il plauso da parte dei vertici aziendali e del Politecnico perché ben presto, troveranno applicazioni all’interno dell’azienda sono due: uno legato alla logistica interna, l’altro alla logistica esterna. Il primo progetto, “SmartPicking”, è dedicato alla “Gestione intelligente della logistica di magazzino” e riguarda l’ottimizzazione della composizione del carico dei prodotti sui pallet, attraverso lo studio e l’applicazione di appositi algoritmi di calcolo e l’esecuzione di appropriate fasi di preparazione. Il secondo progetto, “YMS/TMS” invece, riguarda “l’organizzazione dei mezzi sul piazzale e integrazione con i sistemi di trasporto” attraverso la localizzazione di asset e trailer all’interno del piazzale di carico, facendo ricorso a dispositivi che usano in maniera combinata la localizzazione satellitare e la tecnologia di comunicazione per una gestione ottimizzata del piazzale all’intero sistema di trasporto.

 

I giovani ricercatori, made in Poliba, che hanno avuto anche modo di fare visita alle nostre aziende sono: Giulia Tresca, ingegnere, 24 anni, di Barletta (BT); Virginia Montaruli, ingegnere, 25 anni, di Siracusa; Pierpaolo Petruzzi, ingegnere, 29 anni, di Rutigliano (BA); Giovanni Walter Mele, laureando in ingegneria, 24 anni, di Bernalda (MT); Martino Bruno, laureando in ingegneria, 27 anni, di Bitritto (BA) e Berloco Francesco, laureando in ingegneria, 25 anni di Altamura (BA).

Multimedia

Integration is the future